Il Forum

Formato Nuovo

Quest’anno a causa della pandemia di Coronavirus e delle sue conseguenze, il Summit non può essere tenuto come previsto. Le circostanze hanno comprensibilmente imposto una revisione del formato del MEM Summer Summit 2020.

Il Forum è stato trasferito online. Il programma dettagliato del Forum sarà disponibile nelle settimane precedenti l’evento.

Panoramica

Il Forum riunisce personalità eminenti dell’imprenditoria e della politica, accademici e intellettuali che discutono delle sfide che la regione del Medio Oriente Mediterraneo si trova a fronteggiare. Vengono trattati vari temi, con una grande attenzione all’attualità, come le nuove configurazioni geopolitiche, le dinamiche dei flussi migratori, la sicurezza nel Mediterraneo, la salute e i sistemi alimentari, l’ heritage culturale in pericolo, il partenariato euro-mediterranei, le municipalità della regione.

I giovani change-maker hanno la straordinaria opportunità di condividere le loro riflessioni con autorità di spicco ed esperti, presentando il loro punto di vista e le proposte di progetto elaborate prima del Forum.

Il Programma 2019

Bettina Müller
MC and presenter, Journalist RSI Radiotelevisione svizzera

Myassa Djebara
MEM Young Change-Maker 2018 and Co-presenter

Hatim El Otmani
MEM Young Change-Maker 2018 and Co-presenter

Sabato 24 agosto

Domenica 25 agosto

The health and well-being of populations are significantly influenced by socio-economic, environmental and cultural conditions as well as by inequalities. The so-called “social determinants of health” describe the circumstances in which people are born, grow up, live, work and age, and the systems put in place to deal with illness. Several surveys and studies have shown that these social determinants are closely connected with health conditions, which are generally worse in disadvantaged socioeconomic environments. Inequality is widely recognised as a major obstacle to development. The reduction of inequalities within and among countries is central to the SDGs of the 2030 Agenda. The Middle East Mediterranean region is afflicted by various long-term humanitarian crises, the displacement of population, and gender inequality. The situation in some countries of the Middle East Mediterranean region is so critical that it makes it very hard to guarantee every citizen access to healthcare.  In the refugee camps in Lebanon and Jordan, for instance, there are major mental health problems. This complex topic was debated by experts from the World Health Organisation, politicians, and diplomats.

Pio Wennubst
Vice Director General, Swiss Agency for Development and Cooperation (SDC), Federal Department of Foreign Affairs (FDFA), Switzerland

Benedetto Saraceno
Psychiatrist, Director Department of Mental Health and Substance Abuse of WHO, SG Lisbon Institute for Global Mental Health, Italy and Portugal

Maha El-Adawy
MD and Director, Health Protection and Promotion, WHO Office Regional Office for the Eastern Mediterranean, Egypt

Souad Abderrahim
Mayor of Tunis, Tunisia

Rabih El Chammay
Psychiatrist, Saint Joseph University in Beirut, Lebanon

Hichem Touahria
Young change-maker

Emiliano Albanese
Moderator – Professor, Università della Svizzera italiana; Director, WHO Collaborating Center for Research and Training in Mental Health, University of Geneva, Switzerland

Often, regional co-operation is both the objective and the instrument of projects that involve actors from different countries and different sectors of a region. There have been several success stories, including the CERN SESAME project, launched in Jordan in 2017, which brought together the Palestinian National Authority and Israel, with Cyprus, Egypt, Iran, Jordan, Pakistan, and Turkey. The panel discussed various forms of diplomacy – scientific, cultural, and artistic – used to promote intercultural dialogue. The discussion focused on the Sommet des deux rives, the AtWork project of the Moleskine Foundation, and on the projects supported by the Union for the Mediterranean, a consortium of 43 member states.

Herwig Franz Schopper
Advisor, Experimental Physicist, Former Director General CERN and Founding Father of SESAME, Middle East, Jordan

Elena Korzhenevich
Co-Founder and AtWork Program Director, Moleskine Foundation, Italy

Enrico Granara
Minister Plenipotentiary, Coordinator Euro-Mediterranean Multilateral Activities, Directorate General for Political and Security Affairs, Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation MAECI, Italy

Cristian Chiavetta
Environmental Engineer and Industrial Researcher, Italian National Agency for New Technologies, Energy and Sustainable Economic Development ENEA, Italy

Derek Lutterbeck
Deputy Director and Holder of the Swiss Chair, Mediterranean Academy of Diplomatic Studies, University of Malta MEDAC, Malta

Maher S. M. Dudeen
Young change-maker

Rolla Scolari
Moderator – Journalist, Italy

This panel has been designed to bring together the results of the dialogue and comprehensively to express various visions emerging from the participatory and multivoiced work carried out by the young change-makers during the Seminar.

Myassa Djebara
MEM Young change-maker 2018 and Co-presenter

Hatim El Otmani
MEM Young change-maker 2018 and Co-presenter

Mohamed Adnene Ben Hajd Yahia
Young change-maker

Khadija El Alami
Young change-maker

Gibran Kokou Freitas
Young change-maker

Abdalfatah Tallouzi
Young change-maker

Gilles Kepel
Moderator – Professor and Scientific Director of the Middle East Mediterranean Freethinking Platform, Università della Svizzera italiana, Switzerland; PLS Paris Sciences et Lettres-École Normale Supérieure, France

Boas Erez
Moderator – Rector, Università della Svizzera italiana, Switzerland

Boas Erez
Rector, Università della Svizzera italiana, Switzerland

Programma completo del Forum 2019:

MEM_Summer_Summit_2019_Forum_Programme

Relatori e Presentatori 2019

I presentatori

BETTINA MÜLLER

MC e Presentatrice

Giornalista, RSI Radiotelevisione svizzera

MYASSA DJEBARA

Co-presentatrice

MEM Young Change-Maker 2018

HATIM EL OTMANI

Co-presentatore

MEM Young Change-Maker 2018

I relatori

Souad_Abderrahim_2

SOUAD ABDERRAHIM

Sindaca di Tunisi, Tunisia

Abela_Carmelo_2

S.E. CARMELO ABELA

Ministro, Ministero degli Affari Esteri, Repubblica di Malta

EMILIANO_ALBANESE_2

EMILIANO ALBANESE

Professore, Università della Svizzera italiana; Direttore, WHO Collaborating Center for Research and Training in Mental Health, Università di Ginevra, Svizzera

Antonini_Roberto_2

ROBERTO ANTONINI

Giornalista, RSI Radiotelevisione svizzera, Svizzera

MANUELE_BERTOLI_1

MANUELE BERTOLI

Consigliere di Stato della Repubblica e Cantone Ticino, Svizzera

Marco_Borradori_2.jpg

MARCO BORRADORI

Sindaco, Città di Lugano, Svizzera

Lorenzo_Cantoni_2

LORENZO CANTONI

Prorettore e Professore, Cattedra UNESCO, Università della Svizzera italiana, Svizzera

olmo_giovannini_2

OLMO GIOVANNINI

Storico del cinema, Comunicazione preso il Dicastero cultura, sport ed eventi, Città di Lugano, Svizzera

MARINA_CAROBBIO_GUSCETTI​_2

MARINA CAROBBIO GUSCETTI

Presidente, Consiglio nazionale, Svizzera

Ignazio_Cassis_2-1.jpg

S.E. IGNAZIO CASSIS

Capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), Svizzera

Cristian_Chiavetta_2

CRISTIAN CHIAVETTA

Ingegnere Ambientale e Ricercatore, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile ENEA, Italia

Cremonesi_Lorenzo_2

LORENZO CREMONESI

Giornalista, Corrispondente Medio Oriente, Il Corriere della Sera, Italia

ISHAC_DIWAN_2.jpg

ISHAC DIWAN

Professore, PSL – Paris Sciences et Lettres, École normale supérieure, Francia

Dominioni_Stefano

STEFANO DOMINIONI

Segretario Esecutivo, Accordo Parziale Allargato sugli Itinerari culturali, Consiglio d’Europa; Direttore, Istituto Europeo degli Itinerari Culturali, Lussemburgo

RABIH_EL_CHAMMAY_4

RABIH EL CHAMMAY

Psichiatra, Université Saint-Joseph, Libano

El-Adawy_Maha_2

MAHA EL-ADAWY

MD e Direttrice, Divisione Health Protection and Promotion, WHO Office Regional Office for the Eastern Mediterranean, Egitto

Eloundou Assomo_2

LAZARE ELOUNDOU ASSOMO

Direttore, Culture and Emergencies, UNESCO, Francia

Boas_Erez_2.jpg

BOAS EREZ

Rettore, Università della Svizzera italiana, Svizzera

Gitai_Amos_2

AMOS GITAÏ

Regista e sceneggiatore, Israele

Enrico_Granara_2.jpg

ENRICO GRANARA

Ministro plenipotenziario; Coordinatore Attività Multilaterali Euro-Mediterranee, Golfo e Paesi MENA, Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, MAECI, Italia

Hatough_Susy_2

SUZY HATOUGH

Direttrice, Middle East Travel and Tourism Development Network, Middle East University, Giordania

Nasser_Kamel_2

NASSER KAMEL

Segretario Generale, Unione per il Mediterraneo UPM, Spagna

Kneissl_Karin_2

KARIN KNEISSL

Ambasciatrice; Ex ministro degli Affari Esteri; Analista, Austria

Gilles_Kepel_2

GILLES KEPEL

Professore e Direttore scientifico della Middle East Mediterranean Freethinking Platform, Università della Svizzera italiana, Svizzera; PLS Paris Sciences et Lettres-École Normale Supérieure, Francia

Korzhenevich_Elena_2

ELENA KORZHENEVICH

Co-Fondatrice e direttrice del programma AtWork, Fondazione Moleskine, Italia

Lutterbeck_Derek_2

DEREK LUTTERBECK

Vicedirettore e Titolare della Cattedra Svizzera, l’Accademia Mediterranea di Studi Diplomatici MEDAC, Università di Malta, Malta

Safwan-Masri_2.jpg

SAFWAN M. MASRI

Vicepresidente esecutivo, Global Centers and Global Development, Columbia University, USA

Mouhoub_Mouhoud_2

EL MOUHOUB MOUHOUD

Professore, Università di Parigi Dauphine PSL, Francia

07.03.2018, , , - . 004ITB07032018.JPG.

EDUARDO SANTANDER

Direttore Esecutivo, European Travel Commission ETC, Belgio

Saraceno_Benedetto_2

BENEDETTO SARACENO

Psichiatra; Segretario Generale del Lisbon Institute of Global Mental Health e Global Ambassador di Special Olympics, Italia e Portogallo

Schopper_Herwig_2

HERWIG SCHOPPER

Professore Emerito e Fisico Sperimentale; Già Direttore Generale del CERN – L’Organizzazione europea per la ricerca nucleare; Già Presidente del Consiglio di Amministrazione del Centro internazionale per l’utilizzo della luce di sincrotrone nelle scienze sperimentali nel Medio Oriente SESAME, Giordania

Rolla_Scolari_2

ROLLA SCOLARI

Giornalista, Italia

Yves_Ubelmann_2.jpg

YVES UBELMANN

Presidente e co-fondatore, Iconem, Francia

Magariaf_Tarik_2

TARIK M. YOUSEF

Direttore, Brookings Doha Center, Qatar; Membro del Consiglio di Amministrazione, Banca centrale della Libia BCL, Libia

Pio Wennubst

PIO WENNUBST

Vicedirettore Generale, Capo del Settore Cooperazione globale, Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), Svizzera

Programma

Programme

Il programma dettagliato del Forum sarà disponibile nelle settimane precedenti l’evento.

Lingue

Inglese, francese e italiano con la traduzione simultanea.

Informazioni pratiche

In treno: Lugano è una delle principali fermate sull’asse principale europeo nord-sud e può essere raggiunta da molte città europee con collegamenti ferroviari diretti diurni o notturni. Verifica qui i treni e gli orari di partenza aggiornati da/per Lugano.

In aereo: è il modo più rapido per raggiungere Lugano dall’estero. Qui di seguito la lista degli aeroporti vicini:

  • Da Milano Malpensa: La linea S50 è il collegamento che unisce il Ticino all’aeroporto di Malpensa. Verifica qui i treni e gli orari di partenza aggiornati. Si possono prenotare i bus diretti su richiesta. Per prenotazioni contattate +41 79 133 53 23 (Giosy Tours).
  • L’aeroporto di Lugano è servito da Swiss International Air Lines. Dall’aeroporto, è possibile prendere un bus navetta per il centro città o utilizzare un servizio di taxi.
  • Aeroporto di Zurigo: in alternativa è possibile considerare un volo per Zurigo e poi un collegamento ferroviario per Lugano (circa 2 ore di viaggio). I treni diretti dalla stazione centrale di Zurigo a Lugano sono numerosi. Questa è un’occasione per sperimentare il tunnel ferroviario più lungo d’Europa che attraversa il San Gottardo.

Per entrare in Svizzera i cittadini dell’UE/AELS necessitano di una carta d’identità o di un passaporto valido. Si raccomanda ai cittadini di altri Stati di verificare i requisiti in materia di visti presso l’ambasciata o il consolato del proprio paese.

Promemoria entrata nello spazio Schengen e procedura del visto.

La sua bellezza naturale, la diversità dei suoi paesaggi, il clima mediterraneo, la sua ricchezza culturale e l’offerta variegata di attività ricreative fanno di Lugano e di tutto il Ticino una delle mete più popolari della Svizzera.

Per ulteriori informazioni: https://www.luganoregion.com/it

Torna su